29 giugno 2007

Mister Beppe goes to Bruxelles

Cosi il giullare sapiente e falsamente moralista e' riuscito ad avere i suoi 5 minuti di gloria a Bruxelles.
Con le solite volgarita' e bugie.
Ma che ipocrita!
Fa appelli per un parlamento pulito, lancia il "V" day o "vaffanculo day" (notare la finezza...) per l'8 settembre (alla faccia delle centinaia di migliaia di soldati abbandonati a se stessi nell’ora forse più tragica della nostra storia......) ma sembra pero' scordarsi di spiegare agli eurodeputati che in Italia molti dei nostri parlamentari condannati, lo sono perche' la sinistra ha usato le ”TOGHE ROSSE” contro i suoi avversari per screditarli, renderli ineleggibili grazie a condanne di comodo. Processi politici inventati dai magistrati comunisti per sbarazzarsi dei nemici.
L'unico punto positivo e' che quando il giullare Grillo da' dello "psiconano" a Berlusconi , pochi gli applausi, mentre quando chiama Prodi "quello con l'encefalite letargica" la platea scoppia in un boato di risate e applausi.
Per fortuna non sono tutti stupidi a Bruxelles.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

L'intervento di Grillo è stato trasversale, il tuo post è decisamente schierato e quindi non obiettivo. Esempi? Se il "vanfanculo" di Beppe non è una finezza, il "coglioni" di Silvio cos'è? Ho visto il filmato, la gente ha riso più o meno egualmente per entrambe le battute sui due dinosauri al potere.
Eccetera eccetera eccetera...

Anonimo ha detto...

Parlare di toghe rosse significa delegittimare completamente la magistratura, un'azione pericolosa e che se non coadiuvata da prove è solo un'infamia vergognosa. Solo in Italia accadono queste cose in qualsiasi altro Paese del mondo sarebbe impensabile un'azione del genere

Anonimo ha detto...

complimenti! bel blog!

il mango di Treviso ha detto...

@ anonimo delle 17:58
Non capisco il tuo commento.