30 novembre 2007

Non c’è nessun passo indietro, nessuna titubanza ma una ferma determinazione ad andare avanti…

Convocando appositamente una conferenza stampa, Silvio Berlusconi ha voluto fare chiarezza sulle sue intenzioni circa il nuovo partito lanciato il 18 novembre. L’obiettivo resta quello di fare “un grande partito dei moderati e dei liberali” per cui “non ci sono e non ci possono essere ripensamenti, titubanze, passi indietro, ma sono anzi sereno e determinato ad andare avanti lungo questa strada, anche perché Forza Italia condivide con me” questo progetto, ha detto per mettere fine a tutte le voci e speculazioni.
Quindi ha spiegato che il PdL (Partito della Libertà) o PPL (Partito del Popolo della Libertà) – a decidere saranno gli iscritti e simpatizzanti – “è un nuovo partito che si fonda sulla volontà degli elettori”. Saranno i votanti a scegliere il leader attraverso “primarie con regole molto chiare e precise”, ispirate al modello americano.Ha poi allargato l’orizzonte temporale: “E’ il coronamento del mio impegno pubblico. L'eredità che voglio lasciare a questo Paese, la stella polare della mia azione politica. Non c’è nessun passo indietro, nessun a titubanza ma una ferma determinazione ad andare avanti… Forza Italia condivide con me ed è impegnata con me nella realizzazione di questo progetto. Non si può scambiare per ripensamento la necessaria gradualità nel realizzare questo progetto… Io non ho mai fallito nessun obiettivo che mi sono posto e non fallirò nemmeno questa volta. Chi c'è in Italia che può paragonare la propria storia regionale, il proprio successo a quello di Silvio Berlusconi?”
L'articolo

1 commento:

Fritz ha detto...

bh� !Silvio...cazzatine ne hai combinate......ti preferisco sicuramente al mortadella,ma....
"sbasa un po' i aritt"......
non sei Giove.....:)
Fritz