05 febbraio 2008

Ma chi e' responsabile della comunicazione a FI e per Silvio Berlusconi?

Ma dico e' mai possibile che stamattina tutti i mass media del mondo hanno annunciato le ormai sicure elezioni in Italia dicendo poi che la crisi e' colpa di Silvio Berlusconi? Vorrei proprio sapere chi e' incaricato delle comunicazioni, PR, relazioni con la stampa anglosassone o che sia, all'interno di Forza Italia.
Proprio due giorni fa' ad un ricevimento, un prominente politico singaporeano mi fa': "E' colpa di Berlusconi se c'e' la crisi in Italia." (tra le altre stupidate che e' riuscito a dire). Lo perdono visto che per i singaporeani il concetto di democrazia e' una cosa aliena. Ma e' tipico di un problema di immagine e di comunicazione, ovviamente sfruttato dai sinistrosi che, lo ammetto, in questo dipartimento, sono fortissimi cosi come l'arrogante gauche caviar internazionale che detiene il monopolio della stampa, e che bisognerebbe assolutamente cominciare ad affrontare.
Anche perche', ahime', il centro del mondo non e' la stazione di Arcore.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

nel post su mirko tremaglia del 1 di febbraio ho postato un concetto e lo ribadisco
il centro destra non ha iniziative e non investe su formazione e divulgazione all estero. lo so per diretta esperienza.

Il Mango ha detto...

grazie anonimo!

Albert1 ha detto...

Ragazzi, rassegnatevi: l'informazione (e la cultura) sono per forza di cose "di sinistra".
Quelli "di destra", purtroppo sono destinati a limitarsi a pensare ed agire, solo cosette così, di secondo piano.
Una lezione per tutti quelli che pensavano, ahimè, che il comunismo fosse finito con la caduta del muro. La guerra col comunismo è persa, e la storia (si sa) la scrivono i vincitori.
Perchè oggi dirsi "fascista" è reato e chiamarsi "comunista" no ?

Anonimo ha detto...

albert sono l anonimo del primo post.....per informazione io intendevo il lavoro di sviluppo e di formazione sul territorio.
sono d accordo con te sul discorso cultura...ma in questo caso faccio una critica al centro destra proprio sul pensare ed agire...non ne vedo traccia nenache di questo.
io sono stato eletto nelle liste del centro destra in un comune del nord e quando sono emigrato avrei voluto continuare il lavoro cominciato.purtroppo ho notato l ingente iniezione di danaro pubblico attraverso sindacati patronati comitees anche attraverso rai international...tutti a favore delle sinistre....sollecitati motivati mille volte non ho mai avuto risposte...e il risultato elettorale all estero e' stato evidente...dagli errori non smebrano avere imparato visto che niente e' cambiato e anche questa volta ci saranno 3 milioni di voti di italiani all estero tutti per deputati e senatori di sinistra.

Anonimo ha detto...

E SEMPLICE SE LA DESTRA NON FA QUALCHE COSA PER L'ORGANIZZAZIONE E LA COMMUNICAZIONE BENE IO NON ANDRO A VOTARE