16 maggio 2008

E adesso cambiamo la RAI International

E' cambiato il governo, è cambiato il premier, sono cambiati deputati e senatori, ma Rai International è sempre la stessa. Piero Badaloni e la Cinquetti sono sempre al loro posto, e a quanto pare nessuno – almeno per ora – ha pensato di mandarli a casa.
Fra una nomina e l’altra, fra la composizione del governo e la fiducia al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, quello di Rai International sembra essere un problema relativamente piccolo. Purtroppo, aggiungiamo noi: anche se è comprensibile che in questi giorni si stia seguendo e pensando ad altro, la riforma di Rai International è uno di quei punti che tutti gli eletti all’estero, soprattutto quelli di centrodestra, hanno inserito nei loro programmi e fra le promesse da fare agli elettori.
L'articolo

4 commenti:

Lontana ha detto...

Mi chiedevo anche io quando si decidono a dare un calcione a Badaloni!

Il Mango ha detto...

Mamma mia, sempre piu inguardabile questa RAI...Che pena.

polpot ha detto...

Ma perchè non guardate solo la pubblicità di silvio?? La rai fa programmi adattissimi a voi perchè vi lamentate?

Il Mango ha detto...

Polpettina vivi all'estero?
Senno' stai zitto e torna nella tua caverna.