30 maggio 2008

Raid razzista, l'aggressore e' di sinistra

Si è presentato in Questura per essere interrogato, Dario Chianelli, l'uomo del Pigneto accusato del raid contro negozi stranieri a Roma. "Sono di sinistra, altro che nazista", aveva raccontato poche ore prima a Repubblica mostrando l'avambraccio con un unico, grande tatuaggio di Che Guevara.
L'articolo
Dopo l'assalto, Walter Veltroni and company subito ad accusare "elementi di destra", il governo e la sua campagna di "violenze su vasta scala", bla bla bla...
Basta leggere questo l'articolo sul sito del PD dopo il raid per rendersi conto della malafede, della disonesta' intellettuale e dell'ipocrisia di questa gente.
Sinistra Delenda Est!

3 commenti:

shadang ha detto...

Mango, prima di tutto e de sinistra, e no di... :-)
Ma a parte la malafede, di chi viene poi beccato con le mani nella cioccolata (ma si sarà accorto che è m***a, sai di questi tempi, non sono molto lucidi).
Il discorso è che è solo un imbecille, che tra l'altro bontà loro, anche se reo confesso, anzichè arrestarlo, l'hanno rilasciato.

Il Mango ha detto...

ao' c'hai ragione ;-))
Imbecille o no se leggi quello ch ehanno scritto su questo episcodio, sembrava che fossimo tornati agli anni 70....

tanja ha detto...

non siete mai usciti dagli anni '70: siete all'asilo!