29 agosto 2008

La skuola torna ad essere scuola.

Complimenti alla Ministra dell’Istruzione Mariastella Gelmini per le novita' introdotte nella scuola. Finalmente Le scuole italiane smetteranno di produrre ignoranti. Cosi come le univerista' italiane.
Si dovrebbe adesso anche cambiare la legge sugli insegnanti.
E cosa decidono di fare i sinistrorsi? Sciopero!
Ma dico qualcuno dovrebbe spiegare a questi studenti cos'e' il mondo oggi. Cosa credono che una volta laureati con un diploma potranno trovare facilmente lavoro?
Quando uno vede come i governi investono nell'educazione, come sono organizzate le scuole, come studiano qui in Asia, e come preparano i giovani per il futuro e' semplicemente impressionante.
E poi ci stupiremo quando alla FIAT o un'altra azienda italiana il presidente si chiamera' Cheong o Pradesh...

3 commenti:

devis76 ha detto...

Ah tu si che capisci! Complimenti! E difatti si vede quanto è intelligente questo post! Davvero non ti è balenato alla mente che così si favorirà non chi studia ma chi lecca il fondoschiena? Davvero non ti è balenato che un insegnante da solo non ce la può fare a gestire classi di 40 studenti? Davvero non ti è venuto in mente che il voto in condotta sarà condizionato come i voti normali dalle simpatie? Davvero non ti è venuto in mente che più di un milione di persone perderanno il posto di lavoro? Davvero non hai pensato che sono stati tagliati i fondi alla scuola per finanziare il taglio ici e che non ce la farà l'università che dovrà aumentare la retta e che le scuole pubbliche potrebbero diventare tutte private e che quindi il diritto allo studio non verrà garantito? Non ti è venuto nemmeno in mente che il costo dei libri quest'anno la ministra Gelmini lo ha fatto aumentare e che quelli che si possono scaricare da internet sono quelli di due anni prima e che quindi le scuole dovranno fare una cernita per cui non ci sarà giovamento da questa norma. Se tutto questo non ti è passato nemmeno per l'anticamera del cervello, fatti un favore, non dimostrare che la scuola per te non è servita a nulla.

Anonimo ha detto...

Si torna all'antico: i grembiuli, il voto in condotta anti-bulli, lo studio dell'educazione civica (si deve partire dalle più elementari regole di convivenza: dire per favore-grazie-buongiorno, visto che i giovani ormai son tutti trogloditi...), i voti invece dei giudizi, il maestro unico... quella era la scuola migliore, altro che la fabbrica di asini di adesso (con tutto il rispetto per gli equini)!
Vai Gelmini!

Il Mango ha detto...

Devis, ma perche "quelli che leccano il fondoschiena"? E perche il voto dovrebbe essere condizionato?
Ma cosa scrivi? La scuola italiana e' una fabbrica di asini, gli insegnatni italiani i peggiori al mondo. Finalmente un po' d'ordine, un po di disciplina.
E grazie per il complimento. Effettivamente pensadoci bene, il mio e' un post intelligente.