19 febbraio 2012

Lo stato del Kerala: La roccaforta rossa dell'India


Lo Stato del Kerala dove sono stati arrestati due marinai italiani , e' uno stato comunista.
Fare scendere i due soldati e consegnarli alla polizia e' stato un errore gravissimo.
Ma perche' dobbiamo sempre abbassare le braghe? Se fossero stati francesi o inglesi non avrebbero mai accettato di farlo!
Se non sbaglio e da quello che ho letto sui giornali, anche indiani, il fatto e' avvenuto in acque internazionali, su una nave che batte bandiera italiana e dunque la giurisdizione e' italiana. Poi i militari a bordo delle navi mercantili per proteggerle contro i pirati, sono regolati da specifiche leggi e risoluzioni delle Nazioni Unite.
Gli indiani, sono dei corrotti, bugiardi e arroganti. Soffrono poi di un enorme complesso di inferiorita'.
Adesso vederemo come il nostro governo riuscira' a gestire questa storia.
Sopratutto con i politici indiani, che a confronto i nostri sono delle verginelle.
Ricordo infne che in India c'e' la pena di morte per omicidio.

4 commenti:

Il solito Anonimo ha detto...

Gheddafi, appena fa affari con gli italiani lo fanno fuori, Battisti al Carnevale di Rio, i marò italiani lasciati arrestare come se niente fosse. Ma in che paese viviamo? Cosa le abbiamo a fare 2 portaerei? Perchè non minacciare di 'prestare' qualche nostra isoletta in mezzo al mediterraneo ai cinesi? Forse così i nostri alleati occidentali ci rispetterebbero un po' di più.

Anonimo ha detto...

Rottura dei rapporti diplomatici con richiamo del personale d'ambasciata al completo , sequestro e blocco dei beni dell'india presenti in Italia , rimpatrio forzato di tutti i cittadini di questa nazione.

Il Mango ha detto...

E' vergognoso. Italietta che si spaventa degli indiani.
Ma siamo impazziti? Due schiaffi bisogna darli a questi fachiri..Ma con che arroganza?

Ben ha detto...

Vorrei tanto sapere chi è l'IDIOTA che ha deciso di consegnare i marò alle autorità indiane... e in base a cosa poi... pore Italia...