04 marzo 2012

L'uomo venuto dal ghiaccio


Un po' piu' di 20 anni fa veniva scoperto nelle Alpi tra l'Italia e l'Austria il corpo di un uomo antico, soprannominato la mummia del Similaun o Oetzi.
Da allora il corpo e' stato pungolato, sondato, tagliato, esaminato da tutte le parti. Sappiamo adesso che Oetzi ha un' eta' di circa 5300 anni, ed era alto 1.65m. I ricercatori hanno esaminato il suo DNA mitocondriale e nucleare. Sanno che la sua famiglia proveniva dalla Corsica o dalla Sardegna, che era di tipo sanguigno O, che era intollerante al lattosio, predisposto a disturbi cardiaci, che soffriva della malattia di Lyme, e che aveva gli occhi marroni.
Se questo fosse stato un cimitero di guerra - e Oetzi mori' dissanguato dopo essere stato colpito da una freccia - non sarebbe stato permesso di toccare il corpo.
Capisco che e' scienza e suppongo che sia importante capire, ma mi chiedo se adesso non sia doveroso restituire a quest'uomo un po' di dignita' e seppellirlo nella sua montagna.

1 commento:

rob ha detto...

Direi che è ineccepibilmente giusto.