28 ottobre 2006

Un bagno per l'Onorevole Guadagno.

Ecco i fatti.
L'Onorevole Elisabetta Gardini si trova di fronte, nel bagno delle donne, l'Onorevole Guadagno aka Vladimir Luxuria.
E gli dice:" Tu sei un uomo, non puoi stare qui: devi andare in quello degli uomini ".
La replica di Guadagno:"Come sempre sono andata nel bagno riservato alle donne. Uscendo mi sono trovata davanti Elisabetta Gardini, un po' agitata, che mi ha apostrofato. All'inizio, per la verita' pensavo che scherzasse, poi mi sono resa conto che non era cosi'. Che faceva sul serio. Ma io, che devo fare? Io vado nei bagni del sesso del quale mi sento. Se andassi in quello degli uomini, credo proprio che metterei in imbarazzo i colleghi maschi."
Evidentemente subito scoppia la polemica anche perche' l'Onorevole Guadagno non perde mai un occasione per fare parlare di se'.
Ma dico, l'Onorevole Guadagno e' un uomo, cioe' tra le gambe ha un "pisello" (excuse my french....) E poco importa cosa si sente dentro lui. Quando va in un bagno pubblico deve andare in quello degli uomini perche' cosi si fa' quando tra le gambe si ha tale atrezzo. Comunque non stupisce da un rappresentante di un partito che pochi giorni prima ha intitolato la sala del suo ufficio di Presidenza al Senato a un teppista.
E se volete sapere dove andra' a fare la pipi adesso il nostro Onorevole trans, "il bagno della sacrestia" gli e' stato messo a disposizione dal prete no global don Vitaliano Della Sala.....

2 commenti:

Dyotana ha detto...

Poco importa dove faccia la pipì Luxuria, davvero, e la Gardini ha fatto male a dare risalto ad una cretinata del genere. Con quei toni isterici, poi...Io la penso esattamente come te, anzi pensavo che la sciagurata idea di intitolare una sala a Giuliani fosse ancora solo una proposta.Invece la stronzata è già stata fatta. Molto male. Tornando all'argomento del post, tutta questa inutile polemica, rinfocolata dalla stampa, ha solo offerto il fianco alle frecce della sinistra. La Gardini avrebbe potuto star zitta.

Joyce ha detto...

Per proseguire con il vellutato gergo francese, sarebbe cosa degna per l'onorevole transessuale andare ad orinare all'aperto, davanti a qualche muro. Per le deiezioni, credo si applichino i regolamenti comunali - quindi busta e paletta.
Quanto alla Gardini, questa portavoce di Forza Italia che non parla mai, ha mostrato pubblicamente quale sia il luogo più naturale dove lei svolge la sua attività politica: il cesso.
Un caro saluto