23 novembre 2006

In Italia!

Dopo 12 ore di volo sono arrivato in Italia.
E il 2 dicembre parteciperò alla manifestazione nazionale a Roma.
Non solo per protestare contro la finanziaria ma contro l’attuale governo.
Perché durante le ultime elezioni ha rubato il mio voto cosi come a tanti italiani residenti all'estero.
Perché ha vilipeso i valori in cui crede il popolo italiano: giustizia, libertà, famiglia, patria.
Perché ne ha compromesso la sicurezza e l’incolumità con l’indulto.
Perché la magistratura di partito chiama resistenti i terroristi.
Perché strumentalizzando la pace e in nome dell’esproprio proletario hanno saccheggiato i nostri negozi, le nostre strade, le nostre città.
Perché picchiando il genitore di un giovane soldato morto in missione di pace, hanno picchiato tutti i genitori d’Italia.
Perché hanno occupato il monumento sovrano del popolo, il Parlamento Italiano, dedicando un’aula del nostro Senato alla memoria di un teppista.
Perché nonostante una petizione richiedesse al precedente Presidente della Repubblica Italiana la nomina di Oriana Fallaci a Senatrice d’Italia, negandola, con l’attuale governo abbiamo visto la consegna del prestigioso titolo alla madre di un teppista.
Perché un’aula del nostro Parlamento è stata utilizzata per una manifestazione antiebraica, antiamericana, antioccidentale.
Perché mentre le donne italiane aspettando da oltre mezzo secolo di essere equamente rappresentate in Parlamento, si sono viste oltrepassare da un soggetto XY, con tendenze edonistiche.
Perché per questi e tanti altri motivi ho l’impressione di arrivare in un paese che non mi appartiene più, in cui non mi riconosco più.
perché voglio che questo governo cada e nuove elezioni.
Perché voglio un' Italia libera, democratica, prospera con leaders al servizio del popolo e con una visione per il paese.

3 commenti:

John Christian Falkenberg ha detto...

Ben Arrivato nella Repubblica Democratica Popolare Italiana! Spero che ci vedremo il 2.

Anonimo ha detto...

Magari fosse stato solo un teppistello; era un delinquente a tutti gli effetti. Se non l'avesse ucciso, avrebbe potuto uccidere un carabiniere e di sicuro ne aveva la volontà. Che qualcuno mi dimostri il contrario se ne è capace!!!

Chris ha detto...

Ben arrivato, ci sarò anch'io il 2 e se ci riesco vedrò di fare un podcast o almeno un post su quello che vivrò nella manifestazione. Non sono un tipo da striscione e fischietto, ma questa volta non posso proprio esitare.