03 gennaio 2007

2007, un anno di lotta.


Ed eccomi ritornato nella noiosa e sempre perfetta Singapore dopo alcuni giorni passati ad oziare sotto un ombrellone, mangiando aragoste e bevendo vino bianco sulle spiagge (quasi) deserte del sud di Goa. Senza giornali, o internet o telefonino. Perfetto.
Di ritorno , cerco di riprendere contatto con la realta'...
Accendo il computer, 250 messaggi. Tutti spam per aumentare la lunghezza, la larghezza e l'altezza.
Leggo dai giornali che il sadico Saddam e' stato impiccato. Non sara' rimpianto e spero rapidamente dimenticato.
Il resto non mi interessa.
Notizie dall'Italia? Tutto troppo deprimente per il momento. Che un tale budget sia stato approvato e semplicemente una vergogna, uno scandalo, che permettera' a questi sciamannati di governarci per chissa' quanto tempo. Hanno adesso le tasche piene di soldi che consentira' loro di dispensare favori. Altro che austerity. Altro che riforme. Il vecchio sistema e' di ritorno. E chi piu' ne ha, piu' ne metta.
Non e' possibile essere governati da questa gente.
2007 sara' un anno di lotta intensa ed e' il dovere di ogni Italiano che ama il suo paese e la liberta' fare si che questa gentaglia sia spedita a casa il piu' presto possibile.
prepariamoci.

1 commento:

Emmebi ha detto...

non vorrei deluderti, ma forse piu' che un anno di battaglia si prepara un anno triste nel quale l'attuale insignificante opposizione si avvicina a Prodi, fa le riforme e si spartisce la torta.
Speriamo in qualche frattura interna della maggioranza, altrimenti il 2007 non sara' meglio del 2006.