09 agosto 2007

Gentilini lo sceriffo


Quando il Vicesindaco Gentilini dice, a proposito degli extracomunitari: "bisognerebbe vestirli da leprotti per fare pim pim pim col fucile" significa che gli extracomunitari devono rispettare le leggi.
Quando il Vicesindaco Gentilini dice, sempre a proposito degli extracomunitari: "Siamo in guerra, i gommoni degli immigrati devono essere affondati a colpi di bazooka. Occorre puntare ad altezza uomo" significa che in Italia c'e un'emergenza immigrazione fuori controllo.
Quando il Vicesindaco Gentilini dice, a proposito degli omosessuali, " Darò subito disposizioni alla mia comandante (dei vigili urbani) affinché faccia pulizia etnica dei culattoni" significa che gli omosessuali che s'inchiappettano i giovani rumeni lo vadano a fare altrove.
E anche se ogni tanto il Vicesindaco spara dichiarazioni poco PC, se a volte esagera, ricordo che Treviso e' una citta' sicura, pulita, vivibile, elegante, romantica e i turisti che la visitano sono unanimi nel riconoscere che e' una delle piu' belle d'Italia.
E in fondo e' quello che conta.

3 commenti:

jo ha detto...

Condivido, Treviso è una splendida città ci feci il militare in Motorizzazione secoli fa... I am sorry, ho updatato il mio post...

Il Mango ha detto...

;-)

Beavers ha detto...

Quando Gentilini sega gli alberi, le panchine, vieta il centro ai cani, fa crescere antenne in ogni dove, copre i danni creati dall'incendio della De Longhi e spara cazzate vuol dire che è un rincoglionito!!! E che fa solo il bene di quelli che gli riempiono le casse del partito e che della gente non gliene frega un cazzo!