01 agosto 2007

Iraq: Diminuiscono le perdite

Shhhhhh non bisogna dirlo. Solo cattive notizie mi raccomando!

2 commenti:

Zadig ha detto...

Quali perdite?
Oggi è esplosa un'autobomba che ha causato 50 morti.
Che facciamo, della contabilità mortuaria?
E' incredibile constatare che ci sono ancora persone che difendono un'avventura militare insensata, voluta dal peggior presidente della storia americana (non lo dice l'internazionale proletaria).
Correggi il tiro. Meglio gli altri post che parlano delle persecuzioni nei paesi islamici, sono più condivisibili.

Il Mango ha detto...

Dunque spiegare in poche parole e' difficile. La guerra in Iraq l'ho sempre sostenuta. Uno per portare la democrazia in medio oriente , secondo per creare una zona tampone con l'Iran e terzo perche' e' impensabile che l'
approvigionamento di una una delle piu' importante risorse per le nostre economie possa un giorno essere controllata da fanatici islamisti. In sostanza questi i miei argomenti. Ecco perche' difendo questa avventura che non e' per niente insensata. Fa parte di una politica e di una dottrina che condivido assolutamente.

Grazie per la tua visita e il tuo commento.