14 dicembre 2007

Malaise Italiano. Sempre piu' vecchi, sempre piu' poveri, sempre piu' tristi...

Triste Italia.
Un articolo oggi in prima pagina dell'Herald Tribune nella sua edizione mondiale.
L'articolo
Ringraziamo Prodi ed i suoi elettori.

6 commenti:

renzone ha detto...

Napolitano non vada in giro a raccontare cazzate....pure lo "spirito animale" è andato a tirare fuori....cazzo.....

Siamo di fatto il popolo più infelice d'europa, basta solo girare un pò.
I più frustrati in assoluto da una casta politica autoreferenziale ed immutabile, che non lascia spazio a giovani fresche energie (e i giovani mammoni e merdaioli, frustrati e privati della voglia di combattere per il loro futuro se ne fottono e baciano il culo a questi vecchi di merda), ma in compenso lo lascia alla delinquenza sempre più scatenata e ad una malaita sempre più istituzionalizzata.
Per non parlare dello stato deprimente dell'economia : eravamo arrivati prima degli inglesi, ora stiamo sprofondando inesorabilmente sotto la Spagna...e qualche stronzo ha anche il coraggio di lamentarsi per il tricolore di Bossi e per lo scarso e declinante patriottismo.... cosa da cui tra l'altro l'Italia è sempre stata immune.

"Un profilo desolante, riassumibile nelle parole di Veltroni, possibile futuro premier: "C'è più paura che speranza". Gli Italiani, in poche parole, avrebbero perso la loro arte del saper vivere.
Non ci sta il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in questi giorni in visita negli Stati Uniti. La sua risposta tagliente è giunta proprio da New York: "Non siamo provinciali, certe critiche sono pura idiozia". Il Capo dello Stato si è scagliato con decisione contro queste rappresentazioni unilaterali e quindi sostanzialmente false della realtà italiana. Ha ammesso le difficoltà di un clima politico da cambiare, ma ha invitato tutti a scommettere sull'Italia, sulla forza della nostra tradizione e anche - perché no? - sul nostro "spirito animale"." (dal tg5)


Caro Napolitano...le tue chiacchiere potranno far presa sulle masse che amano le sceneggiate di Merola , o perfino dei polentoni imbecilli che ancora si ostinano a credere a questa merda di paese: ma non puoi mettere il prosciutto sugli occhi a chi ci osserva da fuori e ci descrive per quello che oggettivamente siamo.

Tornatene ad ascoltare le cazzate che si dicono in parlamento, le leggi elettorali e tutto quanto, è meglio.
L'ultimo vero leader politico capace di smuovere qualcosa piaccia o non piaccia è stato, e parlo al passato, Umberto Bossi.
Aveva più o meno 40 anni, e si è inventato e messo su un partito.
I Che Guevara, Hitler Mussolini...Andreotti Blair...sono emersi con la loro bravura o con la loro voglia di cambiare il mondo tutti prima dei 40 anni.
Cioè della stessa generazione dei merdaioli di oggi, me compreso, incapaci di prendere a calci in culo i loro aguzzini.

Altro che "patriottismo"....tze...chissenefrega!

renzone ha detto...

Guardatevi la graduatoria dei paesi in base al pil pro capite.
Fino a quattro cinque anni fa in un intervallo di circa il 10% di pil rientravano Francia Italia Germania Regno Unito Svezia Finlandia.

Ora l'Italia è ben distanziata dalla Svezia e Finlandia che hanno circa il 40% di reddito pro capite in più, GB, che ha circa il 30% di reddito pro capite in più (!!!), Francia e Germania circa il 15%...
La Spagna era al 75% del nostro reddito, ora è balzata al 90%, cioè tra due tre anni ci fa ciao ciao....come già previsto ed ampiamente pubblicizzato da Zapatero (altro settantenne...), a cui evidentemente non pare neanche vero di guardarci dall'alto in basso.
Perfino la Grecia è cresciuta ed è arrivata al 90% del nostrio pil pro capite, ti rendi conto?

Siamo il paese più di merda che c'è in europa, con un meridione di megamerda, che sarà sempre guidato da un governo di merda, riforma elettorale o non riforma.

Vogliono ridurre il numero dei partiti?
Benissimo.
Dovrebbero cambiare tutte le loro facce, altro che i partiti....ma invece quelle sono tutte marmorizzate là coi loro privilegi e non gliene frega un cazzo se come nazione facciamo sempre più cagare sotto tutti i punti di vista.
Zioboione, siamo sommersi da una montagna di chiacchiere preferibilmente in lingua meridionale, e tasse che servono solo a mantenere un sistema del cazzo , tipo quello giudiziario, ad impoverirci e non ...che ne so...ad avere una università di punta, ricercatori di punta che lavorano in laboratori di punta.
Macchè...questo è un paese di stronzi che non figliano più perchè sono paralizzati dalla paura,dice Veltroni... ma giustamente nel paese di Berlusconi e dei sinistrati la scienza più gettonata mica è fisica o matematica o medicina...no, è quella della comunicazione, ovvio.

Sinceramente io non cicredo più, non vedo come si possa venirne fuori con le cariatidi che ci governano e con l'assoluta mancanza di quarantenni capaci di essere dei leader ed al tempo stesso personaggi di spessore.
Non vedo in giro gente giovane che abbia grinta , idee nuove e quella capacità operativa che serve per fare la storia...io qui vedo e sento solo dei lacchè, dei mediocri topi di segreteria che conoscono ogni mezzuccio truffaldino per metterla nel culo al prossimo, che ripetono servili le litanie dei loro padroni, che della cosa comune non gliene strafrega un'amato stracazzo.
Questo è quanto.
C'ha poco da consolarsi chi cerca in giro paesi che stan peggio di noi, perchè questo non cambierà uno stracazzo di quella che è la verità, e cioè che siamo un paese di merda.

Ah, naturalmente oltre alle vecchie cariatidi io ci metto anche tutta la Terronia, il vecchio cancro che a forza di divorarci ora ci sta veramente affondando....

Fritz ha detto...

NON HO VOGLIA DI DILUNGARMI....
RENZONE...HAI DETTO TUTTO TU....
COMPLETAMENTE IN ACCORDO!!!
Fritz

ND ha detto...

Renzone: servirebbe un bel sistema federale 'competitivo' come quello svizzero dove chi nuota sta a galla e chi no affonda...vogliamo vedere che impariamo tutti a nuotare!!! Chissa' magari e' giunta l'ora per l'Italia federale che tanti (nord, centro e sud) auspicano.....tanto ormai in molti hanno finalmente capito che non ci sono alternative...abbiamo toccato il fondo con Prodi e Company!

Anonimo ha detto...

cosa succede in Italia. Analizziamo la situazione.
1)Giro per strada e cosa vedo? muri imbrattati con scritte volgari o anche graffiti orrendi e cosa fa questo governo? omaggia i graffittari. insomma ragioniamo un pò chi sono i nuovi personaggi o "vip" di oggi? quelli che da generazioni hanno odiato la borghesia e hanno fatto di tutto per eliminare la grande borghesia e oggi sono loro i ricconi e quelli che vivono nei quartieri alti e quindi cosa succede? In Italia sono i borghesi che si devono adattare ai cafoni e non i cafoni che cercano di imparare le buone maniere. L'Italia un tempo era il paese del "bello e della cultura" oggi è il paese del "brutto omaggiato e dell'ignoranza.
2)I nostri soldi che versiamo per le tasse dove vanno? vanno nelle tasche dei politici o altri che hanno fatto favori ad altri politici o altri ( esempio: io ti faccio lavorare l'amico e tu mi dai oppure es: io ti trovo chi voterà per te e tu mi dai etc...) e un circolo vizioso e non finirà mai.

3) le nostre università si inventano nuovi corsi di laurea per aumentare le spese didattiche e cosi aver la scusa di "spese in più per l'istruzione"; soldi che andranno poi ai vari amici e amichetti di quartiere.
Quindi quando dicono che l'Italia e triste cerchiamo di non chiudere gli occhi e riflettiamo sullo stato attuale del nostro povero paese dove politici corrotti, stampa faziosa, magistratura corrotta, demagogia delinquenza,e vi risparmio il resto, la fanno da padrone.
E alla testa di tutto questo marciiume c'è proprio lui il Signor Prodi

ASE srl - società di Romano Prodi e della moglie
SAN VITALE - società di Vittorio Prodi fratello di Romano Prodi
AQUITANIA - società al 50% della signora Flavia Franzoni moglie di Prodi
SIMBULEIA spa - società i cui soci non sono noti, proprietaria al 50% della Aquitania
EUROMOBILIARE FIDUCIARIA spa - detiene l'intero capitale della Simbuleia.


Questa la parte attualmente conosciuta delle attività del signor Prodi.
Ha suscitato scandalo la scoperta che ignoti hanno dato un'occhiata alla situazione tributaria di questo signore.
In effetti dovrebbe risparmiare loro questa fatica e dare trasparenza alle sue attività che come si vede sono difficilmente decifrabili. Questi vasi comunicanti tra società, normalmente, servono per occultare e non a chiarire quali siano i suoi interessi privati in possibile conflitto con la sua attività parlamentare.

Ed invece il signor Prodi pretende di controllare i nostri movimenti bancari e postali e tutti i pagamenti con carte di credito o assegni. La nostra privacy ha forse meno diritti della sua?



Un italiano molto triste

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.