31 marzo 2009

Finalmente rispondiamo per le rime!

A questo ennesimo vergognoso articolo, la risposta del nostro Ambasciatore a Londra.
E che capperi!!

Your leader, "Italy: fascism's shadow (30 March), attempts to mix a historical and sociological analysis with a very biased assessment of the evolution of the centre-right political formations in my country. In doing so, a contradictory assessment emerges: you underline a continuity of Allianza Nazionale with the fascist tradition, while immediately after you acknowledge the mileage towards the centre made by the party and its leader, Signor Fini.
More generally, you claim that post-war Italy never properly confronted its own fascist legacy. I challenge this judgment given the fact that anti-fascism was the basis of our constitutional and political covenant. This leads me to the final point: your interpretation of Prime Minister Berlusconi's intentions and motivations. You have been regularly critical of Signor Berlusconi and, although this may be perceived as a biased approach, I concede that this is coherent with the ideological and editorial inclinations of the Guardian. I would like to point out once again, however, that Signor Berlusconi has been democratically elected three times by the Italian people as their prime minister.
Giancarlo Aragona
Italian ambassador

H/T: Natalia

3 commenti:

rob ha detto...

Certo, Aragona ha fatto bene, anzi benissimo. Però io sono convinto di una cosa: non basta protestare perché queste cose vengono scritte, bisogna fare in modo che non vengano neppure pensate, per la semplice ragione che sono balle, nutrite dalla robusta ignoranza che regna nella stampa straniera sulle cose italiane. Questo è uno dei principali motivi per cui preferisco, da un po' di tempo, scrivere in inglese. Solo con una paziente opera di contro-informazione (che arrivi all'opiione pubblica anglofona) si può esercitare questo tipo di persuasione. L'articolo del Guardian è comunque curioso: si rimprovera all'Italia di non aver fatto una vera revisione storica sul fascismo (il che non è vero), ma non si dice nulla di coloro che non hanno mai fatto i conti con il loro passato comunista, con il comunismo. Per non parlare dei conti con il passato violentemente anti-craxiano e anti-socialista sempre di lorsignori. E' semplicemene patetico. E denota un'ignoranza mostruosa della storia recente di questo Paese, un'ignoranza che ovviamente si nutre quasi soltanto della propaganda degli ex, post e tuttora comunisti.

Il Mango ha detto...

Absolutely agreeing with you. I wrote about this a few months back and the necessita' di creare una task force mediatica per appunto educare la stampa estera sulel cose italiane.

Anonimo ha detto...

Utterly ridiculous letter and likely to antagonise the journalists concerned so they see Italy in an even worse light than before. Sadly for Berlusconi's supporters, the facts will continue to speak for themselves and will show him in an increasingly bad light.

As for Rob's febrile imaginings about communism, it has never been a force of any significance in Britain. But then, he's probably never been here and knows nothing about our (free) press and history of democracy.